Le auto elettriche potranno circolare liberamente nelle zone a traffico limitato

Le auto elettriche potranno circolare liberamente nelle zone a traffico limitato

Comunicato Stampa

Le auto elettriche potranno circolare liberamente in Ztl, senza vincoli di tempo e di orari. Il Comune di Pescara si adegua alla normativa nazionale anche in materia di transito delle auto ad esclusiva propulsione elettrica.

“Si tratta di mezzi che permettono di avere grandi vantaggi dal punto di vista ecologico, con emissioni inquinanti prossime allo zero – sottolinea l’assessore alla Mobilità Luigi Albore Mascia – ed è per questo che le normative consentono deroghe alle normali regole di circolazione anche in quelle aree di città sottoposte a vincolo. Proprio per questo potranno circolare sia nelle vie di Ztl ordinaria che, nel fine settimana, lungo viale Regina Margherita, nella cosiddetta Ztl ambientale”.

Le vie interessate dal provvedimento sono, nell’ambito degli orari previsti, per la Ztl 1 :  Corso Umberto I (da Corso Vittorio Emanuele II a Piazza della Rinascita e da Viale Regina Elena a Piazza I Maggio); Via Milano (da Via Emilia a Piazza Sacro Cuore); Piazza Sacro Cuore, Via Trento, Via Roma, Via Piave, Via Fiume, Via Michelangelo Forti (da Via Piave a Via Mazzini); Via Mazzini (da C.so Vittorio Emanuele II a Via Michelangelo Forti e da Via Carlo Poerio a Viale Regina Margherita), Via Siena, Via Goito; per la Ztl 2: Via Umbria (da Via Trieste a Via Roma), Via Fedele Romani, Via F.lli Bandiera; Via Milano (da Via Trieste a Via Emilia); per la Ztl 4: Via delle Caserme, Corso Manthonè, Via Flaiano, Via Petronio ; Via Corfinio, Via Catone, Via Properzio, Piazza Garibaldi; per la Ztl 5: Via Pesaro, nel tratto compreso tra Via Spalti del Re e Via Caduta del Forte; Via Spalti del Re, da Via Pesaro alla rampa di accesso al lungofiume. A queste si aggiunge il sabato e la domenica pomeriggio, dalle 17, la Ztl 3 ambientale di viale Regina Margherita.

I proprietari delle auto interessate dal provvedimento dovranno fare richiesta di autorizzazione al Comando di Polizia municipale, anche utilizzando la mail ztl@comune.pescara.it.. Sarà cura degli uffici di Polizia municipale predisporre il modulo di richiesta.

Pescara, 22 giugno 2021

Bici a pedalata assistita destinate ai diversamente abili

Bici a pedalata assistita destinate ai diversamente abili

Comunicato Stampa

E’ stata completata questa mattina, alla presenza del sindaco di Pescara Carlo Masci, la consegna delle trenta biciclette a tre ruote e a pedalata assistita, che potranno essere utilizzate dalle persone con abilità diverse.

I mezzi sono stati affidati alle associazioni di volontariato e promozione sociale che ne hanno fatto richiesta e che gestiranno il servizio per cinque anni. Si tratta di  Anffas, Istituto don Orione, Sport 21, Diversuguali e della cooperativa sociale Aurora “Valori e Sapori”.

Quello di oggi è un tassello importante che compone il progetto di sviluppo della mobilità sostenibile, attraverso cui si vogliono includere  le fasce sociali più fragili e in difficoltà. 

Le biciclette saranno assegnate a rotazione secondo criteri concordati con le associazioni e aiuteranno le persone con abilità diverse a spostarsi in autonomia e con sicurezza: grazie all’aiuto delle tecnologie digitali sono infatti adattate funzionalmente per rispondere alle esigenze degli utenti.

“Diffondere la cultura della mobilità dolce significa consentire a tutti i cittadini di poter essere protagonisti del cambiamento – sottolinea l’assessore Luigi Albore Mascia – A chi ha qualche difficoltà in più nel muoversi in città offriamo un’opportunità nuova, la possibilità di acquisire indipendenza rispetto a una situazione che è solo di parziale autonomia. Con l’assessore Nicoletta Di Nisio abbiamo voluto coinvolgere le associazioni che con la loro attività sul territorio già lavorano per non lasciare indietro nessuno. Chi finora ha potuto utilizzare solo l’auto, magari con la necessità di essere accompagnato ora potrà sperimentare un nuovo sistema di mobilità, una semplificazione nelle piccole e grandi attività della vita quotidiana”.

Pescara, 8 giugno 2021

Ultimi appuntamenti con il Pedibus bambini in festa al Comprensivo 5

Ultimi appuntamenti con il Pedibus bambini in festa al Comprensivo 5

Comunicato Stampa

E’ diventato una grande festa l’ultimo appuntamento con il Pedibus dell’Istituto comprensivo 5 di Pescara.

Tutti i bambini riuniti nel cortile della scuola di via Gioberti hanno concluso l’esperienza con un incontro al quale hanno partecipato anche il sindaco Carlo Masci,  l’assessore alla Mobilità Luigi Albore Mascia e l’assessore all’Istruzione Gianni Santilli.

“Si tratta di un progetto a cui teniamo molto e che, con il prossimo anno scolastico, sarà replicato anche in altri istituti, come la primaria di via del Concilio – sottolinea l’assessore  – Consente ai bambini, spesso abituati al viaggio casa-scuola nel chiuso dell’auto dei genitori, di socializzare con i compagni, percorrendo a piedi l’ultimo tratto di strada. Un elemento non secondario in quest’anno di emergenza sanitaria che ha sovvertito i canoni dei rapporti umani e che ha pesato soprattutto sui più piccoli. Poi c’è l’aspetto educativo: dimostrare nella pratica che un’altra mobilità, rispetto all’automobile, è possibile, anzi in alcuni casi è addirittura più semplice oltre che meno inquinante”.

Sono tre le scuole che hanno partecipato al progetto nell’anno che sta per concludersi: via Gioberti, via Cavour e via Carlo Alberto Dalla Chiesa. Lungo il percorso i bambini sono stati accompagnati da volontari di Fiab PescaraBici e da percettori del reddito di cittadinanza

Il Comune ha curato la predisposizione dei punti di raccolta: è stata definita un’area di cortesia, in cui i genitori hanno potuto sostare per il tempo necessario ad affidare i bambini agli assistenti volontari, sempre riconoscibili dalle loro pettorine. Pettorine che, insieme ai cappellini, sono state fornite anche ai ragazzi che si sono così mossi in comitiva e in maniera visibile.

Sono stati premiati con una piccola targa i nove bambini che nel corso dell’anno scolastico hanno collezionato più partecipazioni al Pedibus: insieme hanno percorso complessivamente 440 chilometri.

All’assessore Albore Mascia il Comprensivo 5 ha consegnato un modellino di monopattino ecosostenibile realizzato dai bambini della scuola dell’infanzia. Un coloratissimo simbolo con cui simpaticamente si festeggia il primo anno di micromobilità a Pescara.

Pescara, 9 giugno 2021

Progetto Pesos, giovedì monitoraggio dei percorsi ciclabili

Progetto Pesos, giovedì monitoraggio dei percorsi ciclabili

Comunicato Stampa

Un  monitoraggio funzionale delle piste ciclabili realizzate nell’ambito del progetto Pesos (Pescara Sostenibile) e dei totem motivazionali installati poco più di un mese fa lungo la Riviera, in via Muzi e in via Valle Roveto.

Giovedì prossimo, 20 maggio, un gruppo di sedici persone (otto uomini e otto donne) sarà impegnato lungo via Pepe e sulle ciclabili del cosiddetto quadrilatero (via Conte di Ruvo, via d”Annunzio, ponte d”Annunzio, via Caduta del Forte, corso Vittorio Emanuele II, ponte Risorgimento) su due direttrici di lavoro: la rilevazione del passaggio di biciclette e la distribuzione di materiale informativo sul progetto con un questionario di valutazione sulle iniziative attuate negli ultimi mesi.

“Si tratta di un’attività di controllo diretto sulla fruizione delle piste ciclabili – sottolinea l’assessore alla Mobilità, Luigi Albore Mascia – che ci consentirà di lavorare avendo a disposizione dati certi sulla qualità dei nostri progetti. Il monitoraggio è un momento qualificante di un percorso, per il quale c’è un ingente utilizzo di fondi europei: contiamo di ricevere indicazioni statistiche e valutazioni che possano aiutarci a calibrare sempre meglio gli interventi in corso e quelli futuri”.

Dodici le persone addette al conteggio, quattro quelle che saranno impegnate nella distribuzione del materiale informativo. 

Il conteggio delle bici in transito è previsto su 6 stazioni, 2 lungo via Pepe e 4 lungo il quadrilatero, nell’arco di 14 ore (dalle ore 7,00 alle ore 21,00).

Questo consentirà di valutare anche i flussi di movimento nelle diverse ore della giornata, collegandoli anche alla mobilità complessiva.

 I volantini verranno invece distribuiti ai ciclisti in transito. Le postazioni di conteggio saranno presidiate da appositi banner e da cavalletti con l’esposizione di materiale informativo dedicato. I volantini conterranno un QrCode e un link che consentiranno di accedere al questionario predisposto online.

Nell’ambito del progetto Pesos, come ricorda l’assessore Albore Mascia “è stata realizzata la ciclostazione di Porta Nuova, all’interno della quale viene effettuato il servizio di punzonatura bici, ed è stato attuata la sperimentazione per l’utilizzo di biciclette a pedalata assistita per la mobilità casa-lavoro e casa-scuola, ancora in corso in collaborazione con venti partner tra aziende e istituzioni”.

Pescara, 18 maggio 2021

Riprende il servizio di punzonatura bici alla ciclostazione di Porta Nuova

Riprende il servizio di punzonatura bici alla ciclostazione di Porta Nuova

Comunicato Stampa

Riprende sabato prossimo, 15 maggio, il servizio di punzonatura delle biciclette nella ciclostazione di Porta Nuova.

“L’emergenza sanitaria, con la collocazione di Pescara in zona rossa -ricorda l’assessore alla Mobilità, Luigi Albore Mascia – ha imposto una sospensione del servizio, per evitare file e assembramenti all’interno o all’esterno della ciclostazione. Adesso possiamo ricominciare, grazie anche alla collaborazione volontaria di Fiab PescaraBici che ci sostiene in questa iniziativa e cura materialmente la punzonatura”.

Il codice applicato alla bicicletta sarà annotato, insieme con i dati del proprietario del mezzo, in un registro tenuto nella ciclostazione e, in caso di furto e di successivo ritrovamento della bici sarà quindi molto semplice risalire al proprietario.

Per accedere al servizio di punzonatura i cittadini dovranno semplicemente portare oltre al mezzo, carta di identità e codice fiscale, meglio se in copia. Non c’è bisogno di prenotazione e l’operazione sarà effettuata tenendo conto dell’ordine d’arrivo. L’intera procedura sarà gestita nel totale rispetto della normativa anti-Covid.

Il servizio sarà attivo ogni primo e terzo sabato di ogni mese dalle 9 alle 12,30.

Pescara, 13 maggio 2021

Monopattini, i dati di utilizzo del primo quadrimestre 2021

Monopattini, i dati di utilizzo del primo quadrimestre 2021

Comunicato Stampa

Un uso più maturo ed accurato, con un sostanziale azzeramento degli atti di vandalismo, l’immissione su strada di mezzi nuovi, sanificazione costante: se l’inverno ha portato una prevedibile riduzione della micromobilità in città, con il risalire delle temperature l’utilizzo dei monopattini sulle brevi e medie distanze torna ad essere un’alternativa alla più tradizionale bicicletta.

I dati più recenti, quelli di aprile, parlano di un totale di 23.407 viaggi effettuati, per una distanza complessiva di 101.650, 83 chilometri. La distanza media di viaggio è di 4,19 chilometri, per una durata media di circa 13 minuti. Questo ha consentito un risparmi di Co2 stimato in 180014 kg.

Il giorno con più viaggi è stato il 30 aprile: 1336: 1336 viaggi per un totale di 6057,81 chilometri percorsi. 4,53 chilometri in media per ogni viaggio per una durata media di 12,22 minuti.

“E’ chiaro che non era possibile restare attestati sul boom della scorsa estate – sottolinea l’assessore alla Mobilità, Luigi Albore Mascia – anche per una questione di temperature. Una contrazione fisiologica per così dire ‘stagionale’ nell’utilizzo che ha mantenuto però una sua costanza. I monopattini sono stati riconosciuti come un mezzo di trasporto comodo ed efficace, che consente spostamenti agili sulla breve e media distanza e che soprattutto non incatena alla necessità di trovare parcheggio. Proprio la stabilizzazione ci fa capire che abbiamo già raggiunto un primo obiettivo: il boom iniziale era legato alla novità, alla curiosità, oggi siamo arrivati a un utilizzo consapevole e concreto, pur nella coscienza che, come in tutte le situazioni, c’è sempre qualcosa che può essere migliorato”.

Se ancora qualcuno abbandona i mezzi in maniera “creativa” va comunque detto che il fenomeno si è ridimensionato, c’è più attenzione e più regolarità nell’utilizzo e anche i dati ci dicono che lo spostamento è collegato in linea di massima ad esigenze effettive. I tempi medi di percorrenza si attestano sempre sulle stesse dimensioni (12,20 minuti a marzo, 12,41 a febbraio, 12,46 a gennaio). La distanza media cambia nei periodi e diventa invece più breve (1,73 km a marzo, 2,09 a febbraio e 1,96 a gennaio). Il mese con meno viaggi in assoluto è febbraio, con 12.756, rispetto ai 14.102 di gennaio e ai 13.208 di marzo. 

“Su tutto pesano anche le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria – afferma l’assessore Albore Mascia – anche se il monopattino, usato correttamente, è il mezzo più sicuro dal punto di vista del distanziamento. Va anche sottolineato che Helbiz, la società di gestione del servizio sul territorio, effettua una sanificazione costante di tutti i mezzi utilizzati, nel massimo rispetto delle disposizioni anticontagio. In più c’è stata una forte crescita nell’acquisto di monopattini da parte dei privati, persone che hanno scelto di investire sulla mobilità alternativa”.

Sempre in regime di free floating arriveranno anche biciclette a pedalata assistita e scooter sharing: “L’idea – conclude l’assessore – è quella di creare una rete di servizi, in cui naturalmente è inserito anche il trasporto pubblico locale, che consenta di limitare alla necessità effettiva l’utilizzo dell’auto privata. Un risparmio per l’ambiente e, con un’attenta gestione, anche per le tasche dei cittadini”.

Pescara, 11 maggio 2021

Arriva lo scooter sharing con 50 moto a zero emissioni di Co2

Arriva lo scooter sharing con 50 moto a zero emissioni di Co2

Comunicato Stampa

Arriva anche a Pescara lo scooter sharing: dopo le biciclette e i monopattini, la proposta di mobilità leggera in condivisione si arricchisce di altri mezzi elettrici, a zero emissioni di Co2 e quindi assolutamente non inquinanti.

La Giunta comunale ha approvato l’istituzione del servizio, autorizzando la predisposizione di un bando per l’affidamento a una o più società per un arco di tempo di 24 mesi.

I mezzi potranno circolare su tutto il territorio comunale, salva la possibilità per l’amministrazione di escludere, per ragione di utilità o sicurezza, alcune zone.

Il numero massimo di scooter disponibili contemporaneamente è stato al momento fissato in cinquanta unità.

“Si tratta ancora una volta di un’iniziativa a costo zero per le casse comunali, che verrà attivata in concessione con uno o più soggetti – sottolinea l’assessore alla Mobilità Luigi Albore Mascia – Come per i monopattini e per le biciclette si tratta di un servizio in free floating, a flusso libero, gli scooter potranno essere presi in un punto della città e lasciati in un altro dove potranno essere di nuovo prelevati da diversa persona per arrivare in un’altra zona. I mezzi sfruttano al massimo le tecnologie digitali e ci aiuteranno a creare una rete di mobilità intelligente e alternativa all’automobile. Dobbiamo tenere presente che in questo periodo particolare, e non sappiamo ancora quali saranno le effettive prospettive, lo sharing può essere comodamente affiancato all’utilizzo del mezzo pubblico oggi difficile, se non addirittura sconsigliato, per le misure anticontagio”.

La società che curerà il servizio dovrà anche assicurare la corretta sanificazione periodica degli scooter e degli accessori che verranno utilizzati.

Pescara, 20 marzo 2021

Nuove rastrelliere: Pescara avrà a disposizione oltre 2000 posti per le bici

Nuove rastrelliere: Pescara avrà a disposizione oltre 2000 posti per le bici

Comunicato Stampa

Un vero e proprio Prg dei posti bici: è quello attivato dal Comune di Pescara per posizionare i 230 nuovi portabici che stanno arrivando anche grazie ai finanziamenti ottenuti con il progetto Primus (Programma urbano per l’incentivazione della mobilità sostenibile).

Un supporto importante per la ciclabilità cittadina, sia dal punto di vista della sicurezza che del decoro urbano: le strutture sono in metallo, biposto, analoghe a quelle di più recente installazione presenti in molte zone della città. Sono state realizzate seguendo le linee guida delle amministrazioni territoriali e della Fiab.

“Vogliamo limitare il più possibile il ‘parcheggio creativo’ delle biciclette – afferma l’assessore alla Mobilità, Luigi Albore Mascia – spesso lasciate anche in condizioni che danno fastidio al passaggio dei pedoni sui marciapiedi. Sappiamo che ci sarà sempre più bisogno di rastrelliere, visto che abbiamo intenzione di spingere il più possibile sugli spostamenti in modalità leggera, ma cercheremo di far avanzare alla stessa velocità miglioramento della rete ciclabile e presenza di posti bici. Anche per non ripetere gli errori storici che sono stati fatti con le auto”.

Per questa ragione gli uffici hanno innanzitutto lavorato su una mappatura di tutto l’esistente. Lo hanno fatto con un programma Gis (Geographic information system) che ha consentito di effettuare un controllo numerico delle rastrelliere e di avere contezza della loro localizzazione.  

Sono state censite 131 rastrelliere di prima generazione, a cavalletto, e 472 nuove, ad anello, analoghe a quelle che verranno installate, per un totale di più di 1600 posti bici. 

Con lo stesso sistema di localizzazione sono state posizionati i portabiciclette biposto, dando priorità alle aree nei pressi delle sedi scolastiche, agli spazi attraversati dalle piste ciclabili e a quei quartieri della città, come Portanuova, rimaste sostanzialmente senza servizio.

Con la crescita di utilizzo delle biciclette a pedalata assistita, che facilitano l’utilizzo anche in salita, sono stati  previsti nuovi portabici anche nelle zone sensibili collinari.

Con i nuovi stalli saranno dunque disponibili più di duemila posti bici. 

“Arriveremo, compatibilmente con le risorse finanziarie a disposizione – sottolinea l’assessore Albore Mascia – a coprire la maggior parte del territorio comunale, senza dimenticare il progetto delle ciclostazioni: quella di Portanuova è già attiva, anche con il servizio di punzonatura bici, lavoreremo intensamente per quella da realizzare alla stazione centrale, che in questo modo diventerà un vero e proprio hub dei trasporti cittadini, una grande area di scambio, che si appresta ad essere completamente riqualificata, che valorizzerà il cuore di Pescara”.

Intanto il costo complessivo della fornitura dei portabici è pari a 75.762 euro. Le somme sono finanziate nell’ambito di un progetto di importo complessivo di 118.127,60 euro: 30.000 euro sono a carico del Comune di Pescara, i restanti 88.127,60 euro a carico del Ministero dell’Ambiente.

Pescara, 12 marzo 2021

Pesos, da casa al lavoro in bicicletta tutti i numeri della prima fase di sperimentazione

Pesos, da casa al lavoro in bicicletta tutti i numeri della prima fase di sperimentazione

Comunicato Stampa

E’ stata sicuramente condizionata dal Covid 19 e dal necessario ricorso allo smart working e alla didattica integrata o a distanza, ma si è comunque chiusa con un buon risultato la prima fase del programma”Bike trial” inserito nel progetto Pesos (Pescara sostenibile).

140 biciclette a pedalata assistita, tra pieghevoli e citybike, sono state  assegnate a rotazione a dipendenti di enti e aziende che hanno dato la loro disponibilità a partecipare al programma.

151 gli utenti attivi, per 148 giorni netti di utilizzo dei mezzi, anche in considerazione delle pause Covid. L’attività è stata monitorata attraverso sistemi tecnologici inseriti sulle biciclette ed elaborata attraverso un algoritmo che ha consentito di stilare una classifica di merito che consente di accedere a delle premialità.

“Si tratta di un’iniziativa che ha un forte valore di impegno sociale – sostiene l’assessore alla Mobilità, Luigi Albore Mascia – con la determinazione di dare un bel segnale di cambiamento: vogliamo dimostrare che in una città come Pescara, in un’area vasta come quella metropolitana, ci si può muovere anche senza fare necessariamente ricorso all’auto propria. Ecco perché abbiamo voluto incidere, innanzitutto, sugli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola. Non guardiamo alla bicicletta come un mezzo a sé stante, ma all’interno di un sistema di sharing integrato che consenta uno scambio che abbia come cardine, per le percorrenze più lungo, anche il sistema di trasporto pubblico locale.

Le sessioni totali di utilizzo delle bici sono state 2885, per un  totale di 17.619,67 chilometri percorsi; la media delle distanze percorse giornalmente è di 119, 05 km. Il percorso medio si è attestato su 6,10 km con una media giornaliera per utente di 0,78 km. Sul piano dell’inquinamento l’operazione ha consentito un risparmio stimato di 2517,10 gk di Co2.

Al progetto partecipano 13 tra aziende ed enti tra cui la Asl, la Synergo, la Rai, la Regione Abruzzo, il Comune di Pescara, la Fater, gli Uffici giudiziari, Rfi, Tua, Adiconsum, Agenzia delle Entrate e Istituto Alessandro Volta.

Pescara, 6 marzo 2021

Questionario per incentivare e migliorare il benessere psico-fisico dei cittadini attraverso l’utilizzo della bicicletta.

Questionario per incentivare e migliorare il benessere psico-fisico dei cittadini attraverso l’utilizzo della bicicletta.

Il questionario è rivolto a tutti i cittadini pescaresi dai 14 anni fino agli over 70.
Il questionario, realizzato dal Comune di Pescara, ha lo scopo di rilevare e analizzare il comportamento degli utenti per progettare, migliorare ed incentivare l’utilizzo della bicicletta
L’attività rientra nelle gestione del processo partecipato di elaborazione del Biciplan.